Slovacchia: a novembre l’apertura del museo su crimini e vittime del comunismo

(Sir Europa – Bratislava 17-10-2012) – Il Museo dedicato ai crimini e alle vittime del comunismo in Slovacchia avrà la sua sede ufficiale nei locali dell’Università di scienze sociali e della salute di Bratislava.

L’accordo, siglato tra l’Università e l’associazione civile “Eroi silenziosi” per un periodo di cinque anni, entrerà in vigore il 18 ottobre.
Una “mostra di prova” verrà aperta al pubblico a fine novembre di quest’anno, mentre l’apertura ufficiale è fissata per novembre 2013 in occasione del 25° anniversario della Manifestazione delle candele.
“I nostri membri hanno condotto delle ricerche sulla vita dei cosiddetti eroi silenziosi, ossia di tutte quelle persone che durante le persecuzioni comuniste hanno contribuito, con il loro atteggiamento, al ritorno della democrazia”, ha spiegato Frantisek Neupauer, tra i promotori del progetto.

L’associazione civile “Eroi silenziosi” invita tutte le persone di buona volontà a contribuire all’istituzione del museo, che si propone di documentare non solo le violazioni della libertà da parte del regime comunista, ma anche tutte quelle ingiustizie che continuano ad essere commesse in varie regioni del mondo.
Donazione Corrispondenza romana