Femen all’attacco del Parlamento spagnolo: “L’aborto è sacro”

Spagna, Femen irrompono in parlamento per legge su abortoLe solite Femen hanno dato spettacolo, questa volta in tre al Parlamento spagnolo, dove era in discussione la riforma della legge sull’aborto.
Come al solito, hanno atteso sotto mentite spoglie poi, durante l’intervento di Alberto Ruiz-Gallardon, si sono scatenate con lo slogan “
L’aborto è sacro”. Ruiz-Gallardon, infatti, si oppone all’attuale legge che consente l’aborto senza limiti entro le 14 settimane. La sua nuova proposta prevede invece l’aborto “solo in caso di stupro, malformazione del feto o rischio grave per la madre. Tutte circostanze su cui di solito fanno pressione i gruppi pro-choice, ma che in questo frangente sembrano non bastare.
Dopo ben tre minuti di sceneggiata, sono stati allontanate. Tre minuti. Non sono pochi. Chissà quanti vorrebbero anche solo la metà di quel tempo, per fare richieste un po’ più furbe di quelle delle Femen.
Come riporta “L’Occidentale”, per le Femen l’aborto è sacro, la vita no.

***
9 ottobre 2013
Spagna, Femen in Parlamento: l’aborto è sacro

Protesta in topless di alcune attiviste del gruppo femminista Femen, che hanno fatto irruzione al Parlamento spagnolo contro la riforma della legge sull’aborto proposta dal governo del primo ministro Mariano Rajoy. Le tre donne, che si trovavano nella galleria per il pubblico della Camera bassa, si sono tolte le magliette e hanno urlato ’L’aborto è sacro’ durante un intervento del ministro della Giustizia, Alberto Ruiz-Gallardon. Lo stesso slogan era scritto sui loro corpi. Una delle manifestanti è salita sulla ringhiera della galleria e si è aggrappata a una colonna mentre gridava slogan ai politici, poi dopo circa tre minuti le tre sono state trascinate via dai portieri del Parlamento. Ruiz-Gallardon si oppone all’attuale legge, che permette l’aborto senza restrizioni fino alla 14esima settimana e vuole che l’intervento sia ammesso soltanto in alcune condizioni relative alla salute della madre o del feto.

Fonte: La Stampa
***
9 ottobre 2013
Per Femen “l’aborto è sacro”, la vita no

Le Femen, gruppo di attiviste di origine ucraina famose per le loro irruzioni a seno nudo in difesa dei diritti delle donne, hanno invaso il Parlamento spagnolo a Madrid al grido di “l’aborto è sacro” durante l’intervento del ministro della Giustizia Alberto Ruiz Gallardon per protestare contro la proposta di riforma dell’aborto promossa dal ministro. La Spagna guidata da Rajoy sta lavorando per modificare la legge sull’aborto approvata nel 2010 dal governo socialista di Zapatero che prevede la possibilità di abortire in tutti i casi entro la 14esima settimana. La nuova proposta alle donne viene consentito l’aborto solo in caso di stupro, malformazione del feto o rischio grave per la madre.

Fonte: L’Occidentale

Donazione Corrispondenza romana