Statue della Vergine ridipinte da mani blasfeme in Francia

BlasfemiaL’oltraggiosa e caricaturale deformazione dell’autentica espressione di fede, travestita coi panni blasfemi della «libertà d’espressione», rappresenta una delle forme più avanzate e compiute della cristianofobia contemporanea.

Ne rappresenta una conferma quanto pubblicato da Leboncoin: si tratta di un sito Internet, leader in Francia nel campo degli annunci gratuiti.

Ecco come descrive i manufatti qui riprodotti: «Veri oggetti da collezione, superbe Madonne stilizzate. In pietra, gesso,… Si tratta di vecchie statue della Vergine restaurate, ridipinte e verniciate con cura. Sconti sulla Vergine ed il Bambino».

A parte l’urticante resa biecamente commerciale dell’offerta, disturba constatar tradita la volontà originaria degli autori di queste opere, spinti all’epoca da autentica devozione nel dar della Madre di Dio l’immagine classica della Tradizione, per poi vedersi di fatto stravolgere intento e resa dall’intervento indebito di mani empie.

Le immagini parlano da sole e non necessitano, purtroppo, di ulteriori commenti.

Donazione Corrispondenza romana