Rilasciato Padre Jallouf, il francescano sequestrato da al-Nusra

Padre JalloufE’ stato rilasciato Padre Hanna Jallouf, il francescano sequestrato nella notte tra il 5 ed il 6 ottobre a Qunayeh, nel Nord della Siria, dai terroristi islamici del Fronte al-Nusra, un’organizzazione legata ad al-Qaeda. Poco prima di lui, erano state liberate anche quattro donne rapite, ma una ventina di parrocchiani sono rimasti ostaggio dei criminali. Le loro condizioni di salute restano al momento sconosciute, né si è avuta ovviamente notizia circa il futuro che li attende.

La notizia del rilascio, diffusa via Twitter dagli attivisti dell’opposizione siriana, è stata confermata dal Custode di Terra Santa, Padre Pierbattista Pizzaballa, secondo il quale il religioso «è stato riportato a Knayeh, nel suo convento di San Giuseppe. Non può lasciare il villaggio, ma è libero di muoversi al suo interno». Una sorta di “arresti domiciliari”.

Il Vicario patriarcale latino di Aleppo, mons. Georges Abou Khazen, ha dichiarato peraltro che Padre Jallouf sarebbe «in buone condizioni».

Donazione Corrispondenza romana