Rapito l’ennesimo sacerdote nello Stato di Kogi, in Nigeria

Abuja 2Un sacerdote della Congregazione del Santo Spirito, Padre Gabriel Oyaka, è stato rapito nello Stato di Kogi, in Nigeria. Il religioso stava percorrendo in auto il tragitto Okene-Auchi, in direzione Abuja, quando è stato intercettato da un gruppo di banditi armati a Onitsha. Secondo la stampa locale, i sequestratori si sarebbero già messi in contatto con i suoi familiari, probabilmente a scopo di estorsione.

La notizia è stata ripresa dall’Observatoire de la Christianophobie, che ha specificato come negli ultimi mesi diversi preti siano stati rapiti o assassinati, vittime soprattutto di agguati stradali.

Lo scorso 15 agosto, un sacerdote dei Missionari Figli del Cuore Immacolato di Maria, Padre Denis Osugawu, è stato ucciso a Nekede. L’8 giugno Padre Emmanuel Akingbade, parroco della chiesa di San Benedetto a Ido-Elkit, è stato sequestrato e poi liberato la settimana successiva. Il primo giugno scorso, Padre Goodwill Onyeka è stato freddato, mentre si trovava in compagnia di suo fratello: i due sono caduti vittime di una rapina sul percorso Owo-Oba-Akoko, nello Stato di Ondo. Il 4 maggio Padre Innocent Umor, parroco d’Ikanepo, nella Diocesi di Idah, è stato rapito e rilasciato due giorni dopo. L’elenco, cui ora si è aggiunto purtroppo anche Padre Gabriel, potrebbe tristemente continuare…

Donazione Corrispondenza romana