Nozze gay. La Nuova Zelanda approva e l’Irlanda dice sì

Print Friendly, PDF & Email

Nuova Zelanda legge sui gayÈ passata ieri la nuova legge in Nuova Zelanda, con 77 voti a favore e 44 contrari. La legge ridefinirà il matrimonio come composto da “due persone” piuttosto che da uomo e donna. In questo modo la Nuova Zelanda diventa il primo paese dell’area Asia-Pacifico a legalizzare le coppie gay.
Intanto, in Irlanda l’Assemblea Costituente ha chiesto di modificare la carta fondamentale del paese, in modo da includere i matrimoni civili per omosessuali.
La proposta verrà poi vagliata dal parlamento e dal governo. Possibile il referendum popolare sul tema.

***
17 aprile
Nozze gay: Nuova Zelanda approva legge

(ANSA) – SYDNEY – Il parlamento della Nuova Zelanda ha approvato oggi la legge sui matrimoni gay, diventando il primo paese dell’area Asia-Pacifico a legalizzare il matrimonio fra persone dello stesso sesso. La legge, approvata con 77 voti contro 44, ridefinisce il matrimonio come unione fra due persone, piuttosto che fra un uomo e una donna. Il premier conservatore John Key aveva da tempo espresso chiaro sostegno alla proposta di legge, presentata dalla laburista Louisa Wall.

Fonte: Corriere.it
***
15 aprile 2013
La cattolicissima Irlanda: sì alle nozze gay

Londra – L’assemblea costituente d’Irlanda ha proposto di modificare la carta fondamentale del Paese cattolico introducendo i matrimoni civili fra le coppie dello stesso sesso.


Sostieni Corrispondenza romana

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.

Totale Donazione: €100.00

L’organismo, formato da rappresentanti politici e cittadini, ha oggi espresso il suo parere sulle nozze gay, con 79 voti a favore e 18 contrari. La raccomandazione dell’assemblea verrà trasmessa per essere discussa dal parlamento e dal governo.

È probabile che la materia venga poi sottoposta agli irlandesi tramite un referendum. L’assemblea costituente è formata da 100 membri, fra loro 29 deputati di Dublino, rappresentanti dell’Irlanda del Nord e 66 cittadini.

Fonte: Il Secolo XIX


Sostieni Corrispondenza romana

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.

Totale Donazione: €100.00

Donazione Corrispondenza romana