Caorso. Davanti alla Chiesa pentacolo satanico

Print Friendly, PDF & Email

Caorso. Pentacolo satanicoTra la notte della Domenica di Pasqua e il Lunedì dell’Angelo, alcuni hanno pensato di divertirsi così. Prima hanno disegnato un pentacolo magico sul sagrato, con tanto di candele rosse alle estremità. Poi hanno incollato un’ostia sul portone e scritto: “Animi vacuum” (Vuoto dell’anima).
Il riferimento è indubbiamente satanico (anche se resta da capire perché il pentacolo sia dritto e non rovesciato). Ma che si tratti di scherzo, ragazzata o proposito intenzionale, il gesto è solo l’ultimo di tutta una serie che si sta infittendo.
Dopo la denuncia del parroco, i Carabinieri di Fiorenzuola hanno aperto un’indagine.

***
1 aprile 2013
Caorso, rito satanico inscenato nella notte davanti alla chiesa parrocchiale
Nella notte tra domenica e lunedì dopo Pasqua qualcuno ha disegnato un pentacolo (la stella a cinque punte inscritta in un cerchio, tradizionale simbolo dei satanisti) ponendo delle candele alle estremità. Nono solo, ma sul portone della chiesa è stata incollata un’ostia e una inquietante scritta in latino

Definirlo inquietante sarebbe riduttivo. Eppure nella notte tra la domenica di Pasqua e il lunedì dell’Angelo, qualcuno ha inscenato un rito satanico proprio davanti all’ingresso della parrocchia di Caorso dedicata a Santa Maria Assunta. E’ stato lo stesso parroco, don Giuseppe Tosca, questa mattina pressato, a chiamare i carabinieri dopo aver visto lo scempio fatto sul sagrato: nella notte qualcuno ha disegnato un pentacolo (la stella a cinque punte inscritta in un cerchio, tradizionale simbolo dei satanisti) ponendo delle candele alle estremità. Nono solo, ma sul portone della chiesa è stata incollata un’ostia e una scritta in latino: «Animi vacuum» che letteralmente significa “il vuoto dentro l’anima”.

Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola sono scattate immediatamente. Da chiarire ancora che genere di liquido sia stato utilizzato per imbrattare il pavimento del sagrato: non si tratta di vernice spray, ma di un liquido scuro e viscoso. In molti ritengono tuttavia che si tratti semplicemente di un pessimo scherzo del primo aprile: un gesto che per gli autori potrebbe tuttavia avere conseguenze legali gravi.

Fonte: Il Piacenza


Sostieni Corrispondenza romana

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.

Totale Donazione: €100.00

Donazione Corrispondenza romana