ISLAM: opinionisti italiani lavorano per il leader iraniano Ahmadinejad

Radio Teheran è una sezione ufficiale de “La Voce della Repubblica islamica”, cioè la radio di Stato iraniana, e trasmette tutti i giorni in lingua italiana da una capitale estera così come negli anni Settanta e Ottanta Radio Praga trasmetteva nella nostra lingua. Radio Teheran esiste già dal 1995, ma sta acquisendo sempre maggiore peso con il rinnovato protagonismo internazionale del leader Ahmadinejad.


Il settimanale “Tempi” ha scoperto che tra i prediletti della emittente, quelli ai quali ci si rivolge spesso per un parere, che si tratti di Palestina o di Iraq, dell’islamofobia o della politica italiana, c’è il professor Franco Cardini. Non è un’omonimia, si tratta dello storico fiorentino che si è autodefinito «uomo d’ordine e di destra» ed è spesso interpellato anche dal Secolo d’Italia, ma è anche portato a esempio dal leader del Pd Walter Veltroni per i suoi attacchi ai tagli del governo a scuola e università.

Tra gli altri personaggi in onda spiccano Maurizio Torrealta di RaiNews24, Giulietto Chiesa, corrispondente dell’“Unità” da Mosca già dai tempi dell’ex Urss e parlamentare europeo, il prete no global Alex Zanotelli, la scrittrice Angela Lano, l’islamista della Sapienza Biancamaria Scarcia Amoretti, Claudio Moffa dell’Università di Teramo, Maurizio Musolino della direzione del Pdci e il sociologo Stefano Allievi. Tutte le trasmissioni di Radio Tehran seguono naturalmente i leitmotiv della strategia informativa del regime: negazionismo sull’Olocausto, propaganda anti-Israele e anti-americanismo d’assalto.

Donazione Corrispondenza romana