ISLAM: i musulmani nel mondo

I musulmani rappresentano un quarto della popolazione mondiale, ovvero 1,57 miliardi di persone, e quasi i due terzi vivono in Asia. Questi risultati emergono da un’indagine condotta dal centro di ricerca indipendente Pew Research Center, pubblicata giovedì 8 ottobre negli Stati Uniti e riguardante più di 200 Paesi (“Présent”, 10 ottobre 2009).


Un musulmano su cinque vive in Medio Oriente o in Africa del Nord e più della metà dei 20 Paesi della regione è prevalentemente musulmana. L’Indonesia è il Paese che conta il maggior numero di musulmani nel mondo con circa 203 milioni di persone (88% della popolazione), che rappresentano poco meno del 13% dei musulmani del pianeta. In Pakistan vi sono 174 milioni di musulmani, pari al 96% della popolazione, e in India circa 160 milioni, ovvero il 13,4% della popolazione.

La stragrande maggioranza di musulmani nel mondo è sunnita (87-90%), contro una percentuale più bassa, dal 10 al 13%, di sciiti, per un totale che oscilla dai 154 ai 200 milioni di musulmani sciiti nel mondo, di cui 70 milioni vivono in Iran. L’Egitto registra la presenza più importante di musulmani della regione che raggruppa il Medio Oriente e l’Africa del Nord, mentre in Nigeria vi è il più alto tasso di popolazione musulmana dell’Africa sub-sahariana. Circa 38 milioni di musulmani vivono in Europa, tra cui 16 milioni in Russia, 4 milioni in Germania e 3,5 milioni in Francia, sempre secondo il Pew Research Center. La valutazione per la Francia è tuttavia lontana dalle cifre ufficiali più modeste dell’INED (Institut National d’Etudes Démographiques) e ampiamente distante dalle stime del demografo francese Jean-Paul Gourévitch. Negli Stati Uniti, dove il censimento religioso è vietato, gli stessi musulmani nel 2001 calcolarono una presenza musulmana pari a 7 milioni.

Donazione Corrispondenza romana