Funerali di don Luigi Villa

don Luigi VillaSi sono svolti a Brescia, presso la  parrocchia di Santa Maria Crocifissa di Rosa, i funerali del teologo e direttore di “Chiesa Viva”,  don Luigi Villa, una  delle figure più conosciute del mondo tradizionale italiano. Nato a Lecco, il 3 febbraio 1918, Luigi Villa, entrò nel seminario dei Comboniani e, dopo gli studi, fu ordinato sacerdote il 28 giugno 1942.

Nel 1953,  abbandonata la Congregazione di padre Comboni, chiese e ottenne di essere incardinato nel clero della Diocesi di Ferrara, dove fondò il Movimento missionario internazionale. Nel 1956, incrociò i passi di padre Pio da Pietrelcina rimanendone affascinato e diventando, disse, «il suo braccio contro l’opera della massoneria ecclesiastica». Il 6 maggio 1957 lasciò la diocesi di Ferrara e ottenne di essere incardinato nel clero della diocesi di Chieti, con l’appoggio del  vescovo monsignor Giovanni Battista Bosio.  Si laureò quindi in teologia all’Università Lateranense di Roma e dopo il Concilio  Villa si trasferì a Brescia, dove nel 1971 fondò la rivista  «Chiesa viva”, che si affermò con una delle più severe voci di critica al progressismo contemporaneo. A Brescia don Luigi Villa ha concluso la sua giornata terrena, il 18 novembre 2012, a 92 anni, presso le  suore operaie di Maria Immacolata, l’istituto religioso-missionario che lo ospitava e che ha contribuito a diffonderne l’opera.

Donazione Corrispondenza romana