CHIESA CATTOLICA: una serie tv che ridicolizza la Chiesa e i rituali di esorcismo

Nei prossimi giorni verrà trasmessa sulla televisione inglese la nuova serie sul soprannaturale intitolata Apparizioni e sarà di nuovo scontro aperto con le gerarchie ecclesiastiche cattoliche.

Per i produttori della Bbc è semplicemente «la lotta del bene contro il male» mentre si tratta dell’ennesimo affronto blasfemo. Dopo il documentario sui preti pedofili trasmesso l’anno scorso con grande scalpore in tutto il mondo e uno show sempre incentrato sul tema religioso, ora, tra scene di esorcismi, preti gay, crocifissi oltraggiati e macabri delitti, la Bbc torna a deridere la Santa Sede, da mesi sul piede di guerra per ciò che definisce «una produzione televisiva di cattivo gusto». «Il rischio – afferma la giornalista di “Liberal” Silvia Marchetti – è lo scoppio dell’ennesima guerra mediatica tra l’emittente televisiva del Regno Unito e la Chiesa di Roma, ancora oggi guardata con diffidenza dalla maggioranza degli anglicani». «In Inghilterra – continua la Marchetti – il mix esplosivo di anti-papalismo e gusto dell’horror garantirà il successo della trasmissione. (…) I cattolici britannici e le lobby vaticane sono già scesi in piazza per protestare contro l’uscita della serie, prevista a giorni».

Cosa c’è di blasfemo in questa serie? La storia ruota attorno a un prete che cade vittima del demonio. Padre Jacob (interpretato dall’attore inglese Martin Shaw, molto amato dal pubblico) è il direttore gesuita di un seminario cattolico di Londra e lavora alla congregazione per le cause di santificazione, un uomo pio e forte che un giorno incontra una ragazzina che lo porta dal padre indemoniato per esorcizzarlo. Ma anche lui finisce col farsi inghiottire dalla spirale del male. E non finisce qua: tra le scene più orribili si vede un uomo italiano (uno studente di padre Jacob) posseduto dal diavolo che viene scannato vivo in una sauna per gay, un padre che minaccia sessualmente la propria figlia e l’esorcismo di Madre Teresa. Inoltre, sangue che scorre a volontà dagli occhi degli indemoniati, i protagonisti centrali di Apparizioni. Alcuni vescovi sono stati interpellati come “consulenti” per le scene di esorcismo ma questo non è bastato per sedare i contrasti. Il portavoce della conferenza episcopale ha più volte ribadito che «non guarderò la serie, è di cattivo gusto. La gente sarà facilmente scioccata. Vero, si tratta solo di una fiction anche se la Chiesa cattolica non avrebbe mai scelto un simile format per spiegare cosa è un esorcismo».

A sostegno delle posizioni cattoliche c’è il gruppo di pressione Mediawatch-UK, che critica Apparizioni. Per il direttore John Beyer «il programma scatenerà delle controversie, è un evidente violazione del codice deontologico televisivo britannico. La Bbc si è macchiata di un grave errore, doveva trovare altre forme per descrivere la lotta tra il bene e il male». Tutto frutto della mente di Martin Shaw, che ha proposto e diretto dietro le quinte gran parte degli episodi. L’attore si difende spiegando al “Daily Telegraph” che «nonostante tutto alla fine trionfano l’amore e il bene».

Donazione Corrispondenza romana