Vaticano: “Aiuto alla Chiesa che Soffre” diventa Fondazione Pontificia

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – Con un chirografo in latino, il Santo Padre Benedetto XVI ha elevato l’Opera cattolica internazionale “Aiuto alla Chiesa che Soffre” a Fondazione di diritto pontificio. La sede della neo nata Fondazione è nello Stato della Città del Vaticano, mentre l’ufficio internazionale si trova a Königstein, in Germania.

Presidente della Fondazione è stato nominato il Cardinale Mauro Piacenza, Prefetto della Congregazione per il Clero, il quale ha a sua volta nominato Johannes Freiherr Heereman von Zuydtwyck, Presidente Esecutivo. Il rev. Martin Barta, membro dell’Associazione clericale “Opera di Gesù Sommo Sacerdote”, è l’Assistente Ecclesiastico.

Nel chirografo, Benedetto XVI ricorda i meriti decennali di Aiuto alla Chiesa che Soffre, da sessantacinque anni al fianco della Chiesa, ovunque la mancanza di mezzi economici o la violazione della libertà religiosa, ne rendano difficile o impossibile la missione evangelizzatrice.

L’Opera nasce nel 1947 quando padre Werenfried van Straaten, ispirato da un appello di papa Pio XII, inizia a sensibilizzare i belgi per aiutare i sedici milioni di sfollati tedeschi – sei dei quali cattolici – in fuga dalla nascente Germania Orientale. Negli anni successivi nascono i primi progetti, che si estendono poi ad America Latina, Asia e Africa, allargandosi negli anni ’90 anche al campo ecumenico.

Oggi la Fondazione ha diciassette segretariati nazionali – in Europa, America del Nord, America del Sud e Australia – e ogni anno sostiene circa 5000 progetti per la pastorale della Chiesa in tutto il mondo (sostegno ai seminaristi; costruzione o manutenzione di chiese, cappelle e conventi; formazione delle novizie; fornitura di mezzi di trasporto, sussistenza). (S.L.) (Agenzia Fides 13/12/2011)

Donazione Corrispondenza romana