TURCHIA: le elezioni legislative

Il risultato delle elezioni legislative svoltesi in Turchia il 22 luglio 2007 è un evento geopolitico di tale por-tata da segnare una svolta, per non dire una rivoluzione, nella vita politica turca dall’epoca della creazione della Repubblica kemalista del 1923 ad opera del laicissimo Atatürk (soprannominato “Kémal”, il perfetto). Si può affermare, senza esagerare, che i nemici più o meno dichiarati del kemalismo hanno per la seconda volta sotterrato il “Padre dei Turchi”,





Il risultato delle elezioni legislative svoltesi in Turchia il 22 luglio 2007 è un evento geopolitico di tale por-tata da segnare una svolta, per non dire una rivoluzione, nella vita politica turca dall’epoca della creazione della Repubblica kemalista del 1923 ad opera del laicissimo Atatürk (soprannominato “Kémal”, il perfetto). Si può affermare, senza esagerare, che i nemici più o meno dichiarati del kemalismo hanno per la seconda volta sotterrato il “Padre dei Turchi”, Il risultato delle elezioni legislative svoltesi in Turchia il 22 luglio 2007 è un evento geopolitico di tale por-tata da segnare una svolta, per non dire una rivoluzione, nella vita politica turca dall’epoca della creazione della Repubblica kemalista del 1923 ad opera del laicissimo Atatürk (soprannominato “Kémal”, il perfetto). Si può affermare, senza esagerare, che i nemici più o meno dichiarati del kemalismo hanno per la seconda volta sotterrato il “Padre dei Turchi”, Il risultato delle elezioni legislative svoltesi in Turchia il 22 luglio 2007 è un evento geopolitico di tale por-tata da segnare una svolta, per non dire una rivoluzione, nella vita politica turca dall’epoca della creazione della Repubblica kemalista del 1923 ad opera del laicissimo Atatürk (soprannominato “Kémal”, il perfetto). Si può affermare, senza esagerare, che i nemici più o meno dichiarati del kemalismo hanno per la seconda volta sotterrato il “Padre dei Turchi”, Il risultato delle elezioni legislative svoltesi in Turchia il 22 luglio 2007 è un evento geopolitico di tale por-tata da segnare una svolta, per non dire una rivoluzione, nella vita politica turca dall’epoca della creazione della Repubblica kemalista del 1923 ad opera del laicissimo Atatürk (soprannominato “Kémal”, il perfetto). Si può affermare, senza esagerare, che i nemici più o meno dichiarati del kemalismo hanno per la seconda volta sotterrato il “Padre dei Turchi”, Il risultato delle elezioni legislative svoltesi in Turchia il 22 luglio 2007 è un evento geopolitico di tale por-tata da segnare una svolta, per non dire una rivoluzione, nella vita politica turca dall’epoca della creazione della Repubblica kemalista del 1923 ad opera del laicissimo Atatürk (soprannominato “Kémal”, il perfetto). Si può affermare, senza esagerare, che i nemici più o meno dichiarati del kemalismo hanno per la seconda volta sotterrato il “Padre dei Turchi”, Il risultato delle elezioni legislative svoltesi in Turchia il 22 luglio 2007 è un evento geopolitico di tale por-tata da segnare una svolta, per non dire una rivoluzione, nella vita politica turca dall’epoca della creazione della Repubblica kemalista del 1923 ad opera del laicissimo Atatürk (soprannominato “Kémal”, il perfetto). Si può affermare, senza esagerare, che i nemici più o meno dichiarati del kemalismo hanno per la seconda volta sotterrato il “Padre dei Turchi”, Il risultato delle elezioni legislative svoltesi in Turchia il 22 luglio 2007 è un evento geopolitico di tale por-tata da segnare una svolta, per non dire una rivoluzione, nella vita politica turca dall’epoca della creazione della Repubblica kemalista del 1923 ad opera del laicissimo Atatürk (soprannominato “Kémal”, il perfetto). Si può affermare, senza esagerare, che i nemici più o meno dichiarati del kemalismo hanno per la seconda volta sotterrato il “Padre dei Turchi”, Il risultato delle elezioni legislative svoltesi in Turchia il 22 luglio 2007 è un evento geopolitico di tale por-tata da segnare una svolta, per non dire una rivoluzione, nella vita politica turca dall’epoca della creazione della Repubblica kemalista del 1923 ad opera del laicissimo Atatürk (soprannominato “Kémal”, il perfetto). Si può affermare, senza esagerare, che i nemici più o meno dichiarati del kemalismo hanno per la seconda volta sotterrato il “Padre dei Turchi”, Il risultato delle elezioni legislative svoltesi in Turchia il 22 luglio 2007 è un evento geopolitico di tale por-tata da segnare una svolta, per non dire una rivoluzione, nella vita politica turca dall’epoca della creazione della Repubblica kemalista del 1923 ad opera del laicissimo Atatürk (soprannominato “Kémal”, il perfetto). Si può affermare, senza esagerare, che i nemici più o meno dichiarati del kemalismo hanno per la seconda volta sotterrato il “Padre dei Turchi”,

Donazione Corrispondenza romana