Gesù

La notte di Natale presepi profanati in tutta Italia

27 dicembre 2016

Come ogni anno a Natale, anche stavolta tornano purtroppo ovunque le profanazioni a danno dei presepi, vile oltraggio ed ostentato spregio della fede e della tradizione cristiana. Il primo caso ha riguardato la statua di Gesù Bambino nel presepe della piazza di Bariano, danneggiato subito…

Profanata cappellina, distrutte statue della Madonna e del Bambino

06 aprile 2015

Sacrilego il gesto compiuto nella notte tra Venerdì e Sabato Santo presso la cappella votiva ricavata in una grotta di Monte Leone, a Carbonia: qui ignoti, dopo aver forzato il cancello, hanno letteralmente strappato la statua della Madonna dal suo basamento di cemento e l’hanno gettata…

Svizzera: sempre più atti blasfemi contro i Crocifissi sulle strade

27 marzo 2015

Via Gesù, tolto dal Crocifisso ad opera – si dice – di vandali. Al suo posto ignoti, con la vernice, hanno disegnato una donna nuda, una peccatrice. Il gesto blasfemo è stato compiuto all’incrocio tra Nuglar e S. Pantaleone, nel Canton Soletta, Svizzera tedesca. Adolf Morand, refer…

Finito l’effetto “Charlie Hebdo”, ecco “Jezus!”

10 febbraio 2015

Purtroppo «Charlie Hebdo» non ha insegnato nulla circa il rispetto dovuto alla fede altrui. Lo dimostra «Jezus!», la nuova rivista su carta patinata uscita in tutte le edicole olandesi. Ne è caporedattore Arthur Japin. Japin è uno scrittore dichiaratamente omosessuale, vive con due u…

Cristianofobia: pessimo inizio per il nuovo anno…

04 gennaio 2015

Inizio d’anno davvero triste sul fronte della cristianofobia: molti i gesti di disprezzo della fede cattolica consumatisi nelle ultime ore ed in diverse zone del mondo. Ignoti si sono introdotti, ad esempio, presso il luogo denominato Calvario, sistemato dietro la chiesa di Cabourg, nell…

Ora la cristianofobia in Italia impazza anche sui fumetti

31 ottobre 2014

Deriso, insultato, bestemmiato. Le vignette di Daniele Fabbri e Stefano Antonucci, Gesù Cristo, lo mettono in Croce un’altra volta. Albo dopo albo. Certo, loro stessi giocano d’anticipo e lo dicono in premessa, definendo i propri fumetti infarciti di «blasfemia, pornografia e cattivo…