Scoperti aborti illegali in altre 4 cliniche di Planned Parenthood

Print Friendly, PDF & Email

PPQuattro cliniche di Planned Parenthood in Florida sono state accusate di aver violato le vigenti leggi dello Stato per l’esecuzione di aborti illegali. A permettere di scoprirlo, sono state le ispezioni a sorpresa effettuate la scorsa settimana per ordine diretto del Governatore, Rick Scott. Una decisione assunta dopo le rivelazioni circa il traffico e la vendita illegale di parti del corpo estratte dai bambini abortiti, rese pubbliche dai cinque video diffusi dal Cmp-Center for Medical Progress.

In tre delle strutture sottoposte a verifica l’ACHA-Agency for Health Care Administration ha riscontrato quanto meno l’esecuzione di decine di aborti nel secondo trimestre, illegali perché eseguiti fuori licenza. Nei loro confronti sono già stati assicurati «provvedimenti immediati», tra cui la sospensione di tutti gli interventi analoghi già previsti in agenda, nonché «azioni supplementari, tra cui anche sanzioni amministrative». La quarta struttura è finita invece nel mirino degli ispettori per «non aver mantenuto in ordine i registri [guarda caso!-NdR] relativi ai resti del feto».

Planned Parenthood, dal canto suo, ha dichiarato la propria totale estraneità ai fatti contestati, seguendo così un filone, cui ha dovuto fare spesso ricorso in questo periodo. Senza tuttavia convincere. Nel New Hampshire sono stati tagliati alla multinazionale dell’aborto finanziamenti pubblici per 650 mila dollari. Provvedimenti analoghi sono stati assunti anche dal Governatore della Louisiana, Bobby Jindal. Secondo l’emittente Fox News sono state avviate indagini su larga scala in almeno 11 Stati, dopo la diffusione dei video-choc riguardanti sempre Planned Parenthood.


Sostieni Corrispondenza romana

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.

Totale Donazione: €100.00

Donazione Corrispondenza romana
  • Un granellino di sabbia inserito nella macchina abortiva
    (Tommaso Scandroglio) Nel Regno Unito l’aborto è consentito fino alla 24esima settimana e fino alla nascita per motivi legati alla malformazione del feto. La deputata Carla Lockhart, membro del Partito Unionista Democratico dell’Irlanda del Nord, ha presentato una mozione al … Continua a leggere
  • Amici e nemici della vita nel mondo
    (Mauro Faverzani) Il Messico non si arrende alla cultura di morte. Dal 2007, anno in cui nella sola capitale, Città del Messico, il Partito della Rivoluzione Democratica, di sinistra, riuscì a render legale abortire, 22 Stati della repubblica federale hanno … Continua a leggere
  • Elezioni USA: una prima analisi
    (Maurizio Ragazzi) Due giorni dopo la chiusura dei seggi, è ancora incerto chi abbia vinto le elezioni presidenziali americane. Invece, altri dati emersi dalle elezioni (per Presidente, Congresso, governatori, ed iniziative popolari) sono già assodati: 1. Lasciando da parte gli … Continua a leggere
  • Svolta nella Corte Suprema americana dopo l’elezione di Amy Barrett
    (Maurizio Ragazzi) La sera del 26 ottobre, il Senato americano ha confermato la nomina di Amy Coney Barrett alla Corte Suprema[1], che quindi ora ha in organico tutti e nove i suoi componenti a vita. Al termine di una maratona … Continua a leggere
  • Intervento dell’arcivescovo Gądecki, contro le violenze in Polonia
    (Veronica Rasponi) Il 22 ottobre 2020, il Tribunale Costituzionale della Polonia ha deciso a larghissima maggioranza (tredici giudici contro due) che la clausola della legge sulla maternità che permette l’aborto in caso di una malattia grave e incurabile del feto, … Continua a leggere
  • Una legge iniqua non può mai essere bene applicata
    (Tommaso Scandroglio) Lo abbiamo visto verificarsi tante volte. Fatta una legge piena zeppa di paletti, questi paletti prima o poi saltano tutti. Qualche esempio. Legge 898 del 1970 sul divorzio: inizialmente si poteva divorziare solo dopo tre anni dalla separazione. … Continua a leggere
  • Elezioni in USA, due realtà a confronto
    (Maurizio Ragazzi) Nel suo romanzo storico Racconto di due città (A tale of two cities), Charles Dickens aveva messo in contrasto due realtà e le vite di vari protagonisti. Analogamente, le recenti conventions democratica e repubblicana, che hanno formalmente nominato … Continua a leggere
  • I cattolici adulti e la 194
    (Riccardo Rodelli) Nei giorni scorsi mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la vita, in una intervista a La Repubblica (15 agosto 2020) ha definito la legge 194 «un punto di riferimento condiviso, con cui tutti dobbiamo misurarci». Parole … Continua a leggere
  • Nuove “infiltrazioni” nel tempio
    (Mauro Faverzani) Uno spirito diabolico continua a serpeggiare senza tregua, ogni giorno, nella Chiesa. Il sacerdote gesuita Mario Serrano Marte si è espresso ancora una volta a favore della depenalizzazione dell’aborto nella Repubblica Dominicana. Lo scorso 21 agosto ha pubblicato … Continua a leggere
  • La campagna prolife del presidente Trump
    (Tommaso Scandroglio) La campagna elettorale negli Usa è ormai iniziata. L’organizzazione pro-life Susan B. Anthony List ha stilato un elenco di iniziative che l’amministrazione Trump ha assunto a favore della vita nascente dal giorno del suo insediamento ad oggi, elenco … Continua a leggere