San Leonardo da Porto Maurizio – sacerdote

San Leonardo nacque a Porto Maurizio, attuale Imperia nel 1676 da un capitano di marina, Domenico Casanova, che lo lasciò orfano in tenera età. Condotto a Roma, compì i suoi studi presso il Collegio Romano e successivamente entrò presso il Ritiro di s. Bonaventura, sul Palatino, vestendovi il saio francescano.

Giovane francescano, Leonardo chiese di andare missionario in Cina. Il Cardinale Colloredo gli rispose: ” La tua Cina sarà l’Italia “.
Alla fine del Seicento, l’Italia aveva, infatti, abbastanza miserie e sufficienti disgrazie per essere considerata terra di missione. Svolse, dunque, la sua attività sacerdotale prevalentemente a Firenze.

Datosi alla predicazione, fra Leonardo ebbe sempre in mente l’altro suppliziato, pendente dalla Croce. Perciò, il suo tema preferito fu quello della Via Crucis, devozione tipicamente francescana, alla quale egli dette la più grande diffusione.

A Firenze le sue prediche costituivano un richiamo per tutti i cittadini, prostitute comprese, e nell’ora della predica di fra Leonardo i bordelli restavano chiusi.

Nel 1750 sotto il pontificato di Benedetto XIV, fece epoca la Via Crucis predicata da fra Leonardo nel Colosseo.

Era la prima volta che si celebrava un rito religioso nell’anfiteatro Flavio. Da quell’anno la pia tradizione si mantiene fino ai nostri giorni e ogni venerdì santo il papa compie personalmente il rito penitenziale. Dopo quella memorabile Via Crucis il Colosseo venne considerato luogo sacro, divenendo così luogo di devoti pellegrinaggi.

Fra Leonardo fu un gran devoto della Madonna e un appassionato assertore dell’Immacolata Concezione. Morì nel 1751 nel prediletto Ritiro di san Bonaventura sul Palatino, e lo stesso papa andò ad inginocchiarsi accanto alla salma. Venne proclamato santo da papa Pio IX nel 1867.

Patrono: Missioni al popolo, città di Imperia

Etimologia: Leonardo = forte come leone, dal latino e dal tedesco

Donazione Corrispondenza romana