RECENSIONI LIBRARIE: Io speriamo che resto cattolico

Il bambino torna da scuola e racconta che il professore vuol convertirlo all’evoluzionismo; al catechismo gli spiegano che le religioni sono tutte uguali, perché bisogna credere nella pace e nella tolleranza, e dalla tv scopre che non c’è differenza tra sposarsi tra uomini e donne o fra persone dello stesso sesso, basta che c’è l’amore…





Il bambino torna da scuola e racconta che il professore vuol convertirlo all’evoluzionismo; al catechismo gli spiegano che le religioni sono tutte uguali, perché bisogna credere nella pace e nella tolleranza, e dalla tv scopre che non c’è differenza tra sposarsi tra uomini e donne o fra persone dello stesso sesso, basta che c’è l’amore… Alla funzione della Quaresima il prete dice che è come il Ramadan, anche se meno partecipato, la vostra fiction preferita in tv non è che un carosello a favore dei Dico e alla conferenza in parrocchia troviamo Gad Lerner, Massimo Cacciari e Gino Strada…

Esagerazione? Al contrario: lo evidenziano Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro in Io speriamo che resto cattolico (Piemme, Casale Monferrato 2007, pp. 240, euro 13.50) nel quale fotografano, con acume e ironia, solo alcuni dei sistematici attacchi a cui il cattolico di oggi deve quotidianamente far fronte.

Alessandro Gnocchi, giornalista e scrittore, è il maggiore conoscitore dell’opera di Guareschi. Ha pubblicato: Il catechismo secondo Guareschi (2003), Il Crocifisso scomodo (con p. Livio Fanzaga e Mario Palmaro, 2003), Catholic Pride. La fede e l’orgoglio (con Mario Palmaro, 2005), Contro il logorio del laicismo moderno. Manuale di sopravvivenza per cattolici (con Mario Palmaro, 2006). Mario Palmaro, filosofo del diritto ed esperto di bioetica, presidente nazionale del “Comitato Verità e Vita”, insegna all’Università Pontificia Regina Apostolorum e all’Università Europea di Roma. Collabora con “Il Timone” ed è editorialista de “il Giornale” e del “Cittadino di Monza”. Fra le sue opere citiamo: Ma questo è un uomo (San Paolo, 1996), Il cardinale coraggioso (Gribaudi, 2002) e Aborto & 194: fenomenologia di una legge ingiusta (Sugarco, 2008).

Donazione Corrispondenza romana