Quando David Bowie ti fa la morale sulla Chiesa

David Bowie The Next DayUn puro asceta come Bowie ha sicuramente titolo per criticare i vizi dell’umanità. E infatti nel video del suo ultimo brano “The Next Day” si scaglia contro la Chiesa. Preti e cardinali lussuriosi si trovano in un locale di perdizione in mezzo a donne seminude e demoni. Alcuni si fustigano, altri sono circondati dal denaro, chi si alcolizza, ma quasi tutti sbavano per il sesso. C’è chi si fa servire un piatto di occhi, chi ha le stigmate mentre balla.
In compenso, un violento Gary Oldman esorcizza i peccati e le belle attrici, e Bowie fa il predicatore con il saio.
Il testo non è da meno: “
Possono lavorare con Satana ed essere vestiti come santi / Sanno dell’esistenza di Dio perché gliel’ha detto il diavolo”.

Un bel quadretto, non c’è dubbio.
Che nessuno pensi che sia solo una trovata commerciale… David Bowie è spinto di certo dalle più nobili intenzioni pedagogiche e sociali.

***
8 maggio 2013
“The Next Day”: religione e vizio nel nuovo video di David Bowie

Nuovo videoclip per il Duca Bianco che ha chiamato con sé Marion Cotillard e Gary Oldman

È online il nuovo video ufficiale di “The Next Day“, title track dell’ultimo disco di David Bowie, uscito lo scorso marzo. Dopo “Where are we now?” e “The Stars (are out tonight)“, il Duca Bianco è tornato con un videoclip decisamente particolare.

La regia è di Floria Sigismundi, già autrice del video di “The Stars (are out tonight)” e insieme a David Bowie ci sono anche l’attore londinese Gary Oldman e l’attrice francese Marion Cotillard, immersi nell’atmosfera inquietante di un locale animato da strani personaggi a sfondo religioso.

Vestito da predicatore-profeta, con indosso un semplice saio, David Bowie si esibisce con la sua band su un palco, mentre intorno a lui preti e cardinali si lasciano andare al vizio, circondati da donne e soldi. Tra demoni dalle lunghe ciglia, frati che si fustigano, suore, donne seminude, il prete Gary Oldman esorcizza la “traviata” Marion Cotillard fino a farla piangere lacrime d’argento.

Il testo di “The Next Day” è un ‘atto d’accusa molto polemico sul comportamento delle gerarchie ecclesiastiche, con frequenti richiami al diavolo (“They can work with Satan while they dress like the saints/ The know God exists for the Devil told them so“, trad: “Possono lavorare con Satana ed essere vestiti come santi/ Sanno dell’esistenza di Dio perché gliel’ha detto il diavolo“).

Fonte: Today.it

Donazione Corrispondenza romana