PERSECUZIONI ANTICRISTIANE: due atei londinesi vogliono arrestare il Papa

Richard Dawkins e Christopher Hitchens, due atei militanti britannici, le cui idee sono regolarmente propagandate in Italia da “Repubblica” e dal “Corriere della Sera”, vorrebbero far arrestare Papa Benedetto XVI per crimini contro l’umanità in occasione della sua prossima visita nel Regno Unito.

Dawkins, autore de L’illusione di Dio. Le ragioni per non credere (Mondadori 2007), e Hitchens, autore del volume Dio non è grande (Einaudi 2007), stanno promuovendo un’azione legale contro il Papa in base allo stesso aberrante principio che consentì l’arresto di Augusto Pinochet nel 1998. Essi, come riporta il “Sunday Times” (11 aprile 2010), hanno chiesto a un gruppo di avvocati di istruire un dossier per incriminare il Pontefice per aver insabbiato i casi di pedofilia all’interno della Chiesa cattolica.

Benedetto XVI dovrebbe recarsi nel Regno Unito tra il 16 e il 19 settembre di quest’anno: la visita pastorale prevede Londra, Glasgow e Coventry, dove il Papa procederà alla beatificazione del cardinale John Henry Newman, teologo del 19esimo secolo.

Secondo Dawkins e Hitchens, il Papa non potrà reclamare l’immunità diplomatica per impedire il suo arresto, poiché, nonostante la sua visita sia classificata come visita di stato, il Pontefice non è a capo di uno stato riconosciuto dalle Nazioni unite. Hitchens, noto per il suo ateismo, ha dichiarato: «Quest’uomo non è né al di sopra né al di fuori della legge». «Dagli scambi episcopali tra le diocesi coinvolte negli scandali e Ratzinger emerge un’unica preoccupazione: può tutto ciò danneggiare la sacra Madre Chiesa?», scrive il giornalista sul suo sito. Hitchens cita poi i Patti Lateranensi del 1929 definendoli «l’ultimo monumento europeo rimasto del trionfo del fascismo».

L’iniziativa presa dai due atei britannici è una logica conseguenza dei furibondi attacchi a cui è stato sottoposto Benedetto XVI nel corso delle ultime settimane e lascia prevedere una “escalation” dell’offensiva contro la Chiesa cattolica nei prossimi mesi.

Donazione Corrispondenza romana