PERSECUZIONE ANTICRISTIANA: arrestato un Vescovo in Cina

Nel giorno della chiusura delle Olimpiadi, monsignor Julius Jia Zhiguo, Vescovo di Zhengding (Hebei), è stato portato via dalla polizia in un luogo sconosciuto, secondo quanto hanno fatto sapere diversi organi di stampa.





Nel giorno della chiusura delle Olimpiadi, monsignor Julius Jia Zhiguo, Vescovo di Zhengding (Hebei), è stato portato via dalla polizia in un luogo sconosciuto, secondo quanto hanno fatto sapere diversi organi di stampa. Il Vescovo si trovava da mesi agli arresti domiciliari, informano l’agenzia “AsiaNews” e la “Cardinal Kung Foundation”.

“AsiaNews” riferisce che il Vescovo stava celebrando la messa domenicale, alla presenza di alcuni fedeli, nella cattedrale di Wuqiu quando, alle 10 del mattino del 24 agosto, quattro poliziotti sono entrati nella chiesa e lo hanno trascinato via senza dire nulla. Sempre secondo quest’agenzia, « durante il periodo delle Olimpiadi il governo aveva costretto agli arresti domiciliari molti Vescovi e sacerdoti della Chiesa sotterranea », alla quale aderiscono tutti i fedeli che, non accettando il controllo da parte dell’Associazione patriottica, organo del Partito comunista, praticano la fede in strutture non registrate e quindi non ufficiali, rischiando di essere puniti per azioni “illegali” e “di disturbo dell’ordine pubblico”. « Lo stesso monsignor Jia era vigilato 24 ore su 24 – ricorda “AsiaNews” –. La polizia aveva perfino costruito una baracca davanti alla casa del Vescovo per facilitare la guardia giorno e notte, con turni di veglia e di sonno ». « La pubblica sicurezza aveva proibito ogni raduno dei cristiani durante il periodo delle Olimpiadi, per evitare tensioni e problemi di immagine alla Cina – si legge poi –. Ma un migliaio di fedeli della diocesi di Zhengding, sfidando il divieto, si sono radunati il giorno dell’Assunta nella cattedrale ». « La polizia, per evitare conflitti, ha ordinato al Vescovo di celebrare la messa, rimanendo nel cortile della chiesa ».

Monsignor Jia, 73 anni, ha passato 15 anni in prigione (dal 1963 al 1978). Dal 1989 in poi si trova sotto stretto controllo della polizia. In tutti questi anni è stato arrestato e poi liberato almeno 11 volte. Quella di ieri è la dodicesima. In passato il Vaticano ha spesso perorato la causa della sua libertà. La sua diocesi conta 110 mila cattolici, almeno 80 sacerdoti e più di 90 suore. Zhengding è un piccolo villaggio situato a più di 100 km a sud di Pechino. « Il Vescovo Jia si prende cura approssimativamente di 100 orfani portatori di handicap che sono stati abbandonati. Questo orfanotrofio ha assolutamente bisogno di sostegno finanziario e medico », fa sapere la “Cardinal Kung Foundation”.

Donazione Corrispondenza romana