Onu: “Isis e al-Nusra, minaccia per la sicurezza mondiale”

IsisHanno scoperto l’acqua calda. In ogni caso, ora è ufficiale: anche secondo il Comitato d’Analisi, Sostegno e Monitoraggio delle Sanzioni dell’Onu, Isis e al-Nusra, attive soprattutto in Iraq e Siria, “pongono una chiara minaccia per la pace e la sicurezza internazionale“. E’ quanto scritto nel rapporto consegnato al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Rapporto, in cui si precisa anche come l’autonomia militare delle due formazioni terroristiche islamiche sia di due anni, grazie anche alle armi sottratte e da loro accuratamente mantenute in stato di efficienza.

Il Comitato d’Analisi consiglia di puntare sul sequestro delle cisterne di petrolio, estratto illecitamente e rivenduto in nero ai Paesi adiacenti (leggasi Turchia, in primis – NdR), che poi lo piazzano sui mercati internazionali, Europa compresa. Ma attenzione si consiglia di rivolgere anche alle antichità esportate, prive di una regolare certificazione di provenienza.

Sempre davanti al Consiglio di Sicurezza dell’Onu la responsabile degli interventi umanitari, Valerie Amos, ha tristemente dichiarato come quest’anno siano stati ammazzati o mutilati in Iraq ben 700 bambini. Non solo: su 2 milioni di sfollati, circa la metà sono minorenni. Ma risulta difficile anche solo raggiungerli per portar loro aiuto, stante il permanere di condizioni di assoluta insicurezza nella regione.

Donazione Corrispondenza romana