«Roma deve rispondere alla Lettera Aperta che accusa il papa di eresia» - Corrispondenza romana
Stampa la Notizia

«Roma deve rispondere alla Lettera Aperta che accusa il papa di eresia»

(Chiesa e post concilio – 2 maggio 2019) LifeSiteNews pubblica un breve video nel quale p. Joseph Fessio e Mark Bromley di Ignatius Press, la principale casa editrice cattolica statunitense, hanno rilasciato una dichiarazione in cui prendono posizione sull’importanza della “Lettera aperta ai vescovi della Chiesa cattolica”, che accusa papa Francesco di eresia, resa pubblica il 30 aprile 2019 [qui].  E affermano che essa non dovrebbe essere ignorata, a Roma, dai leader cattolici.

« Circa 20 eminenti sacerdoti e studiosi hanno pubblicato una lettera aperta in cui si accusa papa Francesco di essere “colpevole del delitto di eresia”. Hanno chiesto che i vescovi della Chiesa cattolica, a cui è indirizzata la lettera aperta, “prendano le misure necessarie per affrontare la grave situazione” nei confronti di un papa che commette questo crimine. Del documento pubblicato in diverse lingue Fessio ha detto: “È un documento importante. Penso che qualcosa debba essere detto al riguardo. Avremo poi il tempo per riflettere” ».