Papa: De Mattei, ‘bene che abbia toccato temi morali ma su unioni civili troppo disinvolto’

papa-francescoNC
Print Friendly, PDF & Email

(Adnkronos – 16 settembre  2021) Lo storico, ‘confusione nelle sue dichiarazioni, una sorta di elogio senza ricordare che per la morale cattolica sono gravemente immorali’

“Mi sembra che ci sia stata un po’ di confusione nelle dichiarazioni di Papa Francesco. Per un verso è positivo che abbia toccato temi di carattere morale, forse anche a ridosso del libro appena uscito di Benedetto XVI, in cui lui tocca i cosiddetti valori non negoziabili, che sono la difesa della vita e della famiglia. L’elemento di confusione che vedo è che abbia fatto una sorta di approvazione, di elogio delle unioni civili”. Roberto De Mattei, storico e presidente della Fondazione Lepanto, commenta così all’Adnkronos le dichiarazioni di papa Francesco aborto e su unioni gay . Dichiarazioni giudicate troppo “disinvolte”.

“Bisogna distinguere tra la legge morale della chiesa e la legge dello Stato. Lui ha fatto riferimento a una legge civile dello Stato ma mi pare che abbia omesso di ricordare che dal punto di vista del catechismo della Chiesa cattolica l’unione omosessuale viene condannata come un atto gravemente disordinato”, sottolinea. Il Papa, prosegue De Mattei, “ha detto una cosa giusta dicendo che le unioni civili non hanno a che fare con il matrimonio ma questo non significa che sia positivo che lo Stato le legalizzi. Lo Stato ovviamente è libero di farlo, ma mi sembra singolare che il Papa entri in un problema che riguarda lo Stato, quale è quello di assicurare una certa stabilità legale agli omosessuali, e non parli dell’aspetto strettamente morale, e faccia a meno di ricordare che l’unione omosessuale, che sia o no riconosciuta, trasgredisce la morale cattolica”.

“Questa omissione – osserva ancora – può creare confusione, che il Papa entri in un problema di carattere squisitamente civile, di quale sicurezza dare agli omosessuali, ma ometta di ricordare che dal punto di vista della morale cattolica sono considerati gravemente immorali. Questo dovrebbe dire, lasciando poi allo Stato il compito di legiferare, e poi si potranno valutare le leggi. Mi pare che il Papa – conclude – si muova con troppa disinvoltura e confonda l’aspetto civile e quello religioso”.

Iscriviti a CR

Iscriviti per ricevere tutte le notizie

Ti invieremo la nostra newsletter settimanale completamente GRATUITA.