Una luce per Charlie - CR - Agenzia di informazione settimanaleCR – Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Una luce per Charlie

” Non togliete la speranza a Charlie ed ai suoi genitori”.

Con questo spirito, più di un centinaio di persone si sono radunate giovedì 15 Giugno alle 20 e 30 presso l’Ambasciata Inglese di Roma, in un’iniziativa organizzata da CitizenGo Italia, con la presenza di altre associazioni pro vita, tra cui una rappresentanza degli Universitari per la Vita.

Un’iniziativa che aveva lo scopo di esprimere solidarietà verso i genitori ed il bambino di 10 mesi, Charlie Gard, diventato ormai un caso internazionale che sta dividendo molti Paesi, segno di un’umanità sempre più degradata e non più in grado di difendere i valori non negoziabili in un mondo impregnato di morte, in cui non si riconosce il diritto di ogni essere umano alla vita, calpestando anche la volontà dei genitori che amano il loro bambino più di ogni altra cosa.

In silenzio, più di cento persone hanno camminato lungo la piazza attorno all’Ambasciata con le candele accese, lanciando un messaggio importante: non spegnete la vita di Charlie! Perchè uno Stato che distrugge la vita dei più deboli, che non tutela l’innocente è solo un altro mostro!

Un giorno, forse i nostri figli ci chiederanno cosa abbiamo fatto per fermare tutta questa deriva. Magari ci diranno: “Cosa hai fatto quando i giudici stavano decidendo la vita o la morte di Charlie Gard oppure quando in Italia si stava discutendo al Parlamento delle DAT? Cosa hai fatto?”

Ognuno di noi in cuor suo saprà quello che avrà fatto. Ma quello che iniziative di questo tipo dimostrano, è che di fronte ai “grandi poteri” che credono di avere il diritto di dare vita e morte, ci sono molte persone semplici ma convinte, pronte a scendere in piazza ogni volta la vita venga minacciata. E sono queste persone che possono fare la differenza per la forza, la passione con cui lo fanno, e soprattutto perché la Verità è al loro fianco. C.C.