Su Aquarius la massoneria francese attacca ancora l'Italia - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Su Aquarius la massoneria francese attacca ancora l’Italia

Attenzione, perché qui le interferenze si stanno moltiplicando contro il governo italiano, attaccato dalla massoneria francese, giunta subito in sostegno di quella italiana, sin dal suo insediamento, ma ora di nuovo nel mirino dei grembiulini nostrani e d’Oltralpe: lo rivela il comunicato emesso il 14 giugno scorso dal Grand’Oriente di Francia, che ancora una volta torna a metter becco anche sulle politiche migratorie europee e di casa nostra, condannando «con la massima fermezza il rifiuto da parte degli esecutivi italiano e maltese di accogliere il battello Aquarius, in spregio del diritto internazionale e del più elementare senso d’umanità».Nemmeno un cenno, invece, circa il rifiuto opposto dalla Francia allo sbarco in Corsica, rivelando così un tono censorio e moralistico, privo però della minima coerenza, anche etica.

Persino un blog loro vicino come La Lumière giunge a stupirsene ed a definire «non abituale un impegno tanto vigoroso in una polemica tuttora attuale», polemica spinta sino ad esprimere addirittura pessimismo «sul futuro dell’Europa» stessa. Allora, qual è il vero obiettivo della massoneria internazionale? Perché i signori delle logge non parlano chiaramente?