Rom, condannata a 19 anni e 2 mesi, resta impunita - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Rom, condannata a 19 anni e 2 mesi, resta impunita

È stata arrestata nei giorni scorsi dalla Polizia a Cagliari, subito dopo aver svaligiato un appartamento, assieme ad una complice: è la rom più impunita d’Italia.

Deve scontare 19 anni e 2 mesi di galera per gli oltre 70 furti commessi, ma è sempre riuscita ad evitare il carcere. La donna, di origine bosniaca, ha sempre saputo sfruttare le pieghe dell’ordinamento giudiziario italiano, che concede la possibilità di evitare la cella a chi sia in condizioni fisiche inidonee rispetto alla detenzione. Per questo si è sempre fatta trovare gravida al momento dell’arresto o della condanna: al momento è madre di 9 figli, ma il numero è destinato a crescere.

Inutile darle i domiciliari: ci ha provato il giudice di Viterbo, ordinando che scontasse la pena ad Aprilia, ma l’hanno ritrovata in Sardegna.

Il vizio sta nel manico, però: anche i Carabinieri di Riccione hanno arrestato per furto aggravato una nomade 16enne, in Italia senza fissa dimora. Sul luogo del reato si era recata assieme ad un minorenne. Bloccati dalle forze dell’ordine, l’intera refurtiva è stata recuperata ed i due sono stati assegnati rispettivamente ad un centro di prima accoglienza minorile di Bologna e ad una struttura protetta del territorio.