Preservativi dagli Scout al loro raduno mondiale - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Preservativi dagli Scout al loro raduno mondiale

Scandaloso, i Boy Scouts americani hanno illustrato il piano per la distribuzione dei preservativi, tramite strutture mediche, anche ai minori in occasione del loro prossimo raduno mondiale, il 24° «World Scout Jamboree», previsto per la prossima estate nel West Virginia. Dicono di farlo in ottemperanza agli «standard sanitari internazionali». In realtà, la dottoressa Michelle Cretella, presidente dell’American College of Pediatricians [Pidietreciens], ha fatto notare ciò che è evidente: fornire i preservativi rappresenta un invito implicito, se non esplicito, rivolto ai giovani affinché svolgano attività sessuale. Dello stesso avviso anche Rochelle Focaracci, co-editore di GirlScoutsWhyNot.com.

Nel frattempo, emergono particolari sconvolgenti: ad esempio, si scopre che il World Association of Girl Guides [Gaids] and Girl Scouts finanzia ed aderisce alla Federazione Internazionale di Planned Parenthood ed è anche strettamente legato al Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione, di cui condivide l’agenda.

In genere, tale evento, organizzato da Scout of Canada, Boy Scouts of America e dall’associazione Scout del Messico, riunisce circa 50 mila partecipanti, provenienti da oltre 150 Paesi del mondo.