Planned Parenthood chiede alla Disney un’eroina pro-choice - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Planned Parenthood chiede alla Disney un’eroina pro-choice

Nuovo tentativo da parte di Planned Parenthood d’interferire sull’educazione dei minori ad un’autentica moralità. La multinazionale dell’aborto gioca davvero basso e nei giorni scorsi, in un tweet poi rimosso per l’enorme quantità di critiche ricevute, ha chiesto che la protagonista di un prossimo cartone animato della Disney sia un’eroina transgender, abortista e clandestina.

Questo il testo esatto dello sconcertante messaggio: «Abbiamo bisogno di una principessa Disney, che abbia avuto un aborto, che sia pro-choice, che sia un’immigrata clandestina e che sia un trans».

Ma questa volta Planned Parenthood ha fatto autogoal, poiché anche gli stessi suoi sostenitori hanno biasimato quest’intervento a gamba tesa. La multinazionale dell’aborto ha cercato di giustificarsi, dicendo di voler così suscitare soltanto un dibattito sul modo in cui la cultura popolare dipinga l’aborto e le problematiche relative alla salute sessuale, tuttavia ha reso così sicuramente chiari gli obiettivi della sua propaganda abortista (T. M.).