Negato dalla Regione Liguria il patrocinio al Gay Pride - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Negato dalla Regione Liguria il patrocinio al Gay Pride

Dopo il no del Comune di Genova, che aveva parlato di «evento divisivo per la città», anche la Regione Liguria ha negato il proprio patrocinio al Gay Pride in programma a Genova per il prossimo 16 giugno. E ciò in quanto si «tratta di un evento non in linea con le politiche sulla famiglia», promosse dall’ente, come ha dichiarato l’assessore regionale ligure alla cultura, Ilaria Cavo. Questo, ha precisato, «non significa demonizzare una manifestazione legittima a cui chiunque, anche tra i consiglieri della maggioranza, potrà partecipare a titolo personale», ma l’uso del logo e il patrocinio di una giunta è un’altra cosa.

Furibonde e scomposte le reazioni del coordinamento Liguria Rainbow, che ha gridato all’«omofobia», nonché dei deputati del Pd, Paita e Scalfarotto, che hanno vaneggiato di un’«indegna, incresciosa e offensiva vicenda, ennesima dimostrazione di un’idea di società retrograda e reazionaria propria di questa destra estremista».