L’inizio del giubileo di Lepanto - Corrispondenza romana
Print Friendly, PDF & Email

L’inizio del giubileo di Lepanto

Print Friendly, PDF & Email

Il 7 ottobre 2020, nella Basilica di Santa Maria Maggiore, dove si conservano le spoglie del Papa san Pio V, la Fondazione Lepanto ha organizzato la recita di un Rosario e la celebrazione di una Santa Messa per l’anniversario della battaglia di Lepanto, alla presenza di un gruppo ristretto di amici. Lo stesso giorno la Fondazione Lepanto ha diffuso un video, in lingua italiana e inglese, in cui il prof. de Mattei apre l’anno giubilare che preparerà il 450° anniversario della vittoria della Cristianità sull’islam. Il prof. de Mattei dopo aver ricordato che il 7 ottobre 2001, il Centro Culturale Lepanto organizzò a Roma un grande convegno per celebrare i 430 anni della battaglia di Lepanto, (cfr. Cattolici senza compromessi, Fiducia, Roma 2020), ha dato appuntamento a Roma il 7 ottobre 2021, per celebrare solennemente quel giorno glorioso per la Cristianità, «sotto la protezione della Madonna, degli Angeli e di san Pio V, modello di Papa cattolico anche per il secolo ventunesimo». «La nostra iniziativa – ha affermato il presidente della Fondazione – non vuole essere solo un atto di commemorazione; vuole essere prima di tutto una dichiarazione di guerra, o meglio una risposta ad una guerra che ci è stata dichiarata e a cui noi intendiamo rispondere (…) contando non sulle nostre deboli forze, ma sull’aiuto di Colei che nel 1571 rese possibile la vittoria di Lepanto. Alla Madre di Dio, “augusta sovrana della Chiesa militante”, terribilis ut castrorum acies ordinata “terribile come un’armata schierata a battaglia”, Pio XII ricorda che spetta il nome di “Signora delle Vittorie”. E’ a Fatima la Beatissima Vergine Maria, annunziò, dopo terribili prove che avrebbero visto l’annientamento di intere nazioni, il trionfo finale del suo Cuore Immacolato».