Inneggiava alla jihad, chiusa una moschea in Francia - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Inneggiava alla jihad, chiusa una moschea in Francia

Chiusa da Olivier de Mazières, prefetto del Bouches-du-Rhône, la moschea simbolo del salafismo nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, AS-Suna, guidata da El Hali Doudi, peraltro uno straniero, un algerino musulmano, ex-militante del Fis-Fronte islamico di salvezza, giunto in Francia vent’anni fa.

A convincere il funzionario ad assumere il provvedimento, aver verificato come molti sermoni tenuti all’interno della moschea e talvolta anche diffusi su Internet «legittimassero la jihad armata e l’omicidio di adulteri ed apostati» ovvero di chiunque abbandonasse l’islam per altre fedi, soprattutto per il Cattolicesimo.

Al momento questo è l’unico provvedimento assunto nei confronti di El Hadi Doudi, ma c’è già chi invoca per lui l’espulsione dalla Francia.