In Argentina ha vinto la vita: bocciata la legge sull’aborto - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

In Argentina ha vinto la vita: bocciata la legge sull’aborto

A credere nella vittoria sono parsi ieri soprattutto i media europei, ma quelli argentini avevano già fiutato l’esito della votazione al Senato, votazione che, dopo 16 ore di dibattito, ha provvidenzialmente bocciato il disegno di legge sulla legalizzazione dell’aborto, già passato alla Camera dei Deputati: 38 i voti contrari, 31 quelli a favore, 2 le astensioni.

Un esito non nato dal caso, bensì dall’imponente mobilitazione sociale, che ha riversato nelle piazze milioni di persone tanto con marce quanto con veglie di preghiera, in difesa della vita tanto della madre quanto del bimbo nel suo grembo.

Se la normativa proposta fosse passata, sarebbe stato consentito l’aborto nelle prime 14 settimane di gestazione. Ora, per almeno un anno, la situazione non potrà mutare e l’aborto non potrà essere depenalizzato.