“Il sesso è determinato alla nascita”, medico licenziato - Corrispondenza romana
Print Friendly, PDF & Email

“Il sesso è determinato alla nascita”, medico licenziato

Print Friendly, PDF & Email

In Inghilterra si può essere licenziati semplicemente per il fatto di ritenere che il sesso sia determinato alla nascita.

È quanto accaduto al dottor David Mackereth, 55 anni, padre di 4 figli, da 26 anni alle dipendenze del sistema sanitario nazionale. Nel corso di un colloquio di lavoro, Mackereth ha detto che non si sarebbe rivolto ai propri pazienti nel sesso da loro “scelto”, poiché l’identità sessuale è geneticamente e biologicamente definita al momento della nascita e non è suscettibile di cambiamenti nel corso della vita. Poco dopo, gli è stato comunicato il licenziamento.

Gli avvocati dell’ospedale hanno spiegato che il non riferirsi ai pazienti usando il pronome del genere da essi desiderato può ritenersi comportamento molesto in base alla legge sull’uguaglianza del 2010.

Il povero medico ha così commentato: “Primo, non ci è permesso di dire ciò che crediamo. Secondo, come dimostra il mio caso, non ci è permesso pensare quel che crediamo. Infine, non ci è permesso difendere ciò in cui crediamo. Affermare ciò che è stato creduto per secoli dall’umanità – ovvero che il sesso è determinato alla nascita – espone ad attacchi feroci”.


Sostieni Corrispondenza romana

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.

Totale Donazione: €100.00