Il presidente del Guatemala dice no a aborto e "nozze" Lgbt - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Il presidente del Guatemala dice no a aborto e “nozze” Lgbt

C’è chi dice no: il presidente del Guatemala, Jimmy Morales, ribadendo la propria ferma contrarietà all’aborto ed alle cosiddette “nozze” gay, ha annunciato pieno appoggio ad un progetto di legge, destinato ad incrementare le pene per la cosiddetta “interruzione di gravidanza”: «Il Guatemala e il nostro governo credono nella vita e credono nella famiglia, fondata sul matrimonio tra un uomo ed una donna», ha dichiarato.

Il progetto di legge fissa sanzioni per qualunque tipo di aborto, ad eccezione di quello terapeutico, e per quanti lo promuovano: chiunque, direttamente o indirettamente, lo incentivi e lo agevoli, rischia fino a dieci anni di carcere. Inoltre, la normativa vieta il matrimonio omosessuale.

Morales si è dichiarato pubblicamente favorevole alla libertà educativa dei genitori verso i fgli, anche in campo di morale sessuale.