Il Guatemala in piazza dice sì alla vita e alla famiglia - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Il Guatemala in piazza dice sì alla vita e alla famiglia

La gente non ne può più dei continui attacchi alla vita ed al matrimonio tra uomo e donna e qualcosa sta succedendo. A livello mondiale.

In Guatemala, ad esempio, dopo la presa di posizione pro-life e pro-family del presidente Jimmy Morales, in migliaia hanno partecipato domenica scorsa ad una marcia per le vie del centro della capitale, a sostegno della vita sin dal concepimento e della famiglia naturale. Molti dei manifestanti erano cattolici, ma in piazza sono scese anche persone di altre confessioni, di qualsiasi età e convinzione. Il presidente del Congresso, Álvaro Arzù, ha scritto su Twitter che la marcia ha dimostrato al mondo quali siano «i veri valori del popolo guatemalteco, ma soprattutto ha dimostrato che siamo pronti a difenderli».

L’imponente consenso popolare rafforza e conforta le autorità nel ratificare un incremento nelle pene detentive per l’aborto ed il divieto del cosiddetto “matrimonio” Lgbt.