Il cardinale Pell è libero. La sua dichiarazione - Corrispondenza romana
Print Friendly, PDF & Email

Il cardinale Pell è libero. La sua dichiarazione

Print Friendly, PDF & Email

Il cardinale George Pell è libero. Dopo 400 giorni di prigionia, l ‘Alta Corte australiana ha annullato all’unanimità la sua condanna, ordinando che il nome del cardinale venga cancellato dalla lista dei responsabili di abusi sessuali La decisione è stata emessa il 7 aprile dal giudice capo Susan Kiefel, e pone fine a una battaglia legale durata cinque anni. Il cardinale Pell, che si trova attualmente in un monastero nei pressi di Melbourne, ha rilasciato questa dichiarazione.  

“Ho costantemente difeso la mia innocenza mentre soffrivo di una grave ingiustizia. Ciò è stato risolto oggi con la decisione unanime della High Court. Non vedo l’ora di leggere nel dettaglio la sentenza e le ragioni della decisione. Non ho nessun astio nei confronti dell’accusatore, non voglio che la mia assoluzione aumenti la sofferenza e l’amarezza che molti provano; c’è sicuramente abbastanza dolore e amarezza. Comunque il mio processo non è stato un referendum sulla Chiesa cattolica; né un referendum su come le autorità della Chiesa in Australia hanno affrontato il crimine di pedofilia nella Chiesa. Il punto era se avessi commesso questi terribili crimini, e non l’ho fatto. L’unica via di vera guarigione a lungo termine è la verità e l’unica base per la giustizia è la verità, perché giustizia significa verità per tutti. Un ringraziamento speciale va a tutte le preghiere e alle migliaia di lettere di sostegno. Voglio ringraziare in particolare la mia famiglia per il suo amore e supporto e per tutto ciò che ha dovuto affrontare, così come ringrazio la mia piccola squadra di consulenti, tutti coloro che mi hanno difeso e ne hanno subito le conseguenze, e tutti i miei amici e sostenitori, qui e all’estero. Inoltre i miei più sentiti ringraziamenti e gratitudine vanno a tutto il mio team legale per la sua ferma determinazione nel voler far prevalere la giustizia, gettare luce sull’oscurità voluta e rivelare la verità. Infine, sono a conoscenza dell’attuale crisi sanitaria. Sto pregando per tutte le persone colpite e per il nostro personale medico in prima linea”.

Cardinale George Pell


Sostieni Corrispondenza romana

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.

Totale Donazione: €100.00