Germania: parroco assassinato dal sans papiers accolto - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Germania: parroco assassinato dal sans papiers accolto

Germania: lo scorso 22 febbraio il cappellano della parrocchia francese di Berlino, Padre Alain-Florent Gandoulou è stato assassinato ad opera di un individuo, che aveva accolto nella sua canonica. Secondo l’agenzia Médias-Presse-Info si sarebbe trattato di un cittadino immigrato. Pare che l’omicidio sia avvenuto al termine di una violenta lite con il sacerdote. L’assassino, fuggito dopo il delitto, è stato individuato e arrestato dalla Polizia. Ancora sconosciuto il movente del delitto. Le indagini, comunque, proseguono.

A darne il triste annuncio con un messaggio postato su Twitter è stato mons. Robert Poinard, responsabile generale della Ccfm, la Comunità Cattolica francofona nel mondo, emanazione della Conferenza episcopale francese. Vasto il cordoglio suscitato dalla notizia presso la comunità francofona berlinese. Domenica il Vicario Generale di Berlino celebrerà una S. Messa presso la comunità cattolica francofona in memoria del sacerdote ucciso. Il suo corpo è stato rimpatriato.

Padre Gandoulou era, infatti, originario del Congo-Brazzaville, dove era nato l’11 agosto 1963. Aveva compiuto i propri studi di teologia presso il Seminario Maggiore «Émile Biayenda» fino al 1990, è stato ordinato sacerdote il 10 marzo 1991. Dopo esser stato vicario della Cattedrale, poi della parrocchia di S. Maria a Ouenzé e della parrocchia di Nostra Signora Assunta, nel settembre del 1996 si è trasferito in Germania per preparare e sostenere il dottorato sulla Dottrina Sociale della Chiesa all’Università di Bonn, svolgendo nel frattempo servizio pastorale in diverse realtà del posto. In seguito, è tornato in Francia ed è stato posto alla guida della parrocchia di Gesù Operaio a Paray-Vieille-Poste nella diocesi d’Évry, dal 2005 al 2009. Nel 2008 ha ottenuto la nazionalità francese.

Nel settembre del 2009 è divenuto cappellano della comunità cattolica francofona di Berlino, incarico che ha svolto sino alla morte, estremamente apprezzato dai suoi parrocchiani.