Germania, 1 studente musulmano su 3 morirebbe per l'islam - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Germania, 1 studente musulmano su 3 morirebbe per l’islam

Secondo un’inchiesta condotta nella Bassa Sassonia, l’8% degli studenti musulmani è a favore della propaganda violenta dell’Isis e del suo tentativo di costituire uno Stato islamico con la guerra. Il 3,8% è addirittura d’accordo sul fatto che consegua i suoi obiettivi servendosi di attentati terroristici. È quanto si evince dallo speciale studio, condotto dal criminologo Christian Pfeiffer per conto del ministero federale per la Famiglia, allo scopo di capire quali siano e come si generino le cause della violenza e della criminalità tra gli immigrati.

In questo contesto sono stati riportati anche gli esiti di un’indagine realizzata nel 2015 su un campione di 10.638 adolescenti. Di questi, 500 erano musulmani. Di questi 500, solo280 hanno accettato di rispondere alle domande loro proposte: da qui è emerso come 1 su 3 di loro – il 29,9% per la precisione – è disposto a battersi ed anche a rischiare la vita per l’islam. Il 27,4% – più di 1 su  4 – ritiene la sharia superiore alle leggi tedesche, specie relativamente ad adulteri ed omosessuali. Il 19,8% è convinto che i musulmani siano oppressi nel mondo e che, dunque, siano autorizzati a difendersi con la forza; il 18,6% vive come un dovere combattere gli infedeli e diffondere l’islam nel mondo. Il 17,7% è convinto che «i nemici dell’islam» debbano essere attaccati con la massima violenza.

È dal 1998 che l’Istituto di Ricerca criminologico della Bassa Sassonia monitora costantemente la popolazione studentesca. Visti i risultati, è bene anche che continui a farlo…