Funerali religiosi per l’autore della strage di Liegi - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Funerali religiosi per l’autore della strage di Liegi

Una volta non sarebbe successo: se in passato la Chiesa ha sempre negato i funerali religiosi agli scomunicati ed agli autori di violenze criminali, nell’era del post-Concilio anche questo baluardo pare essere crollato. Lo dimostrano le esequie concesse a Benjamin Herman nella chiesetta di On, a Marche-en-Famenne, alla presenza di una trentina di fedeli. Sono state richieste dai familiari dell’assassino, che durante l’attacco da lui sferrato a Liegi, in nome di Allah, il 28 maggio scorso, ha fatto tre morti – due poliziotte ed un 22enne -, prima di essere a sua volta freddato dalle forze dell’ordine. È anche sospettato di aver ammazzato il suo ex-compagno di cella, Michaël Wilmet.

Herman si sarebbe radicalizzato all’islam in carcere: ora il suo corpo è stato seppellito presso il locale cimitero. Gli attentati, da lui provocati, appena prima di venire ucciso, sono stati rivendicati dall’Isis.