Francia: una moschea “simbolo” a Poitiers - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Francia: una moschea “simbolo” a Poitiers

«La strada dei martiri», così è stata chiamata dal suo imam Bubaker el-Hadj Amor la grande moschea di Poitiers in onore degli invasori musulmani di And er-Rahman, che nel 732 d.C.  vennero provvidenzialmente fermati in questo stesso luogo dai Franchi guidati da Carlo Martello, che bloccarono così l’avanzata islamica verso il nord della Francia e liberarono l’Aquitania e la Linguadoca. Non solo uno schiaffo all’Occidente ed alla Cristianità, il nome dato a questa moschea, ma soprattutto uno schiaffo alla Storia ed a chi all’epoca è morto, per evitare che l’Europa fosse conquistata dalla mezzaluna.

Per realizzare questa moschea da ben 700 posti su 7 mila metri quadri, l’imam ha ammesso di aver beneficiato del sostegno del sindaco socialista, che ha accelerato i tempi di pratiche e licenze, ma soprattutto dei fondi stranieri, provenienti dall’emirato del Qatar per la precisione, attraverso il suo “braccio caritativo ed umanitario”, l’organizzazione Qatar Charity, accusata da Stati Uniti, Israele e da diversi Paesi del Golfo, di sostenere il terrorismo islamico nel mondo.

Se vedesse tutto questo Carlo Martello, che sconfisse con le proprie mani And er-Rahman, dopo una terribile carneficina, e che fermò con il sangue dei propri soldati l’avanzata islamica in Europa, come commenterebbe? Cosa direbbe?