Decano della Chiesa contro i pro-life e filo-aborto - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Decano della Chiesa contro i pro-life e filo-aborto

Mons. John Devine, decano della Chiesa nell’isola di Man, mare d’Irlanda, massimo esponente ecclesiastico di questo lembo di terra sotto la giurisdizione dell’Arcidiocesi di Liverpool, in una lettera inviata al primo ministro dell’isola e pubblicata dal Man Examiner, ha completamente distorto la Dottrina cattolica e criticato apertamente i movimenti pro-life. Tutto questo, proprio mentre il governo locale si è detto deciso ad imporre la legge più radicalmente abortista al mondo, consentendo l’eliminazione dei nascituri anche poco prima del parto. E prevedendo il carcere per i medici obiettori di coscienza.

«Le persone, che commettono aborti – ha scritto mons. Devine –, non sono assassini, non sono cattive persone. Così anche i politici, che propongono modifiche alla legislazione, sono individui, che cercano di fare la cosa giusta».

Coloro che, tutelando la vita, si schierino contro tale disegno di legge, secondo lui sono «una banda di pazzi. La Chiesa Cattolica desidera sostenere coloro che incontra e che stanno meditando di abortire, qualunque sia la decisione da loro assunta».

Tale disegno di legge è già stato approvato all’unanimità in sede preliminare; la votazione finale è previsto entro la fine del mese.