Dal "Cese" nuove pressioni pro-eutanasia in Francia - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Dal “Cese” nuove pressioni pro-eutanasia in Francia

Com’era prevedibile, stanti le forti pressioni massoniche esercitate, lo scorso 10 aprile in Francia il Cese-Consiglio Economico Sociale ed Ambientale ha presentato una perorazione di eutanasia e suicidio assistito, col solito pretesto di voler alleviare i dolori acuti, in realtà già egregiamente controllati con farmaci più che adeguati, tramite una «sedazione profonda esplicitamente letale», somministrabile non necessariamente dai medici, bensì anche dai soccorritori, in caso di emergenze.

Il Cese prevede anche la costituzione di un apposito «Comitato di Controllo», sostanzialmente inutile e privo di un’effettiva capacità di verifica, come già dimostrano le esperienze analoghe di Belgio e Olanda.

In questo modo si realizza la pretesa di poter «dominare la vita in tutte le sue dimensioni», come scrisse Pierre Simon, Gran Maestro della Gran Loggia di Francia ed estensore della legge Veil.

Nel 2013 il Cese dichiarò irricevibile una petizione sottoscritta da 700 mila persone contro le “nozze” omosessuali, però poi accolse un’altra petizione, questa volte di sole 200 mila firme, perché a favore dell’eutanasia e del suicidio assistito.