Cina: vietate le inumazioni, profanate centinaia di bare - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Cina: vietate le inumazioni, profanate centinaia di bare

Cina: nella provincia dello Jiangxi il governatore ha deciso una «tolleranza zero» verso inumazioni e rituali funebri, in quanto sottrarrebbero terra all’agricoltura. Qui sono consentite solo le cremazioni, come riferito dall’agenzia AsiaNews (nella foto).

Per questo i funzionari si sono recati nei villaggi di Ganzhou, Jian e Yichun ed hanno prima sequestrato, poi distrutto centinaia di bare, suscitando l’indignazione persino della popolazione e dei media nazionali. Alcuni anziani han tentato di opporsi, ma invano. Inflessibili, le autorità proseguono nella propria politica profanatrice, senza fare una piega: anzi, promettendo per gli espropri delle bare compensi di 2 mila yuan (circa 290 dollari), mentre per farsene costruire una, di dollari, ne servono almeno 5 mila.