Cina, nuove regole: vietati i ritiri ed i raduni cattolici - Corrispondenza romana
Stampa la Notizia

Cina, nuove regole: vietati i ritiri ed i raduni cattolici

Cina, niente più ritiri, né raduni religiosi privati per i giovani cattolici, nelle scuole, in università, nonché nelle parrocchie in Shanxi e Mongolia interna, in prossimità del loro capodanno, che comincia il prossimo 16 febbraio: dallo scorso primo febbraio sono entrati, infatti, in vigore nuovi regolamenti per le attività religiose, regolamenti che consentono controlli anche serrati presso le comunità ufficiali, nonché multe, arresti ed espropri per chi faccia parte, invece, di comunità non ufficiali.L’Ufficio Affari Religiosi e il Dipartimento del Fronte unito stanno allertando in merito tutte le parrocchie. Le scuole religiose possono riunirsi solo in caso si sia registrati e soprattutto solo sotto il controllo dello Stato. Tutti gli altri casi, compresa la celebrazione di S. Messe, verranno considerati «attività religiosa illegale».