Bannon sfida Soros, alle prossime Europee previste scintille - Corrispondenza romana
Print Friendly, PDF & Email

Bannon sfida Soros, alle prossime Europee previste scintille

Print Friendly, PDF & Email

L’obiettivo è ambizioso: quello di ostacolare l’Open Society di George Soros, nonché di riunire tutti i cosiddetti “populismi” europei in una sola “multinazionale delle Destre” in vista delle elezioni europee dell’anno prossimo, per inserirsi come un cuneo tra Popolari e Sinistre. A porsi tale méta è la nuova Fondazione no profit The Movement, progettata e coordinata da Steve Bannon, lo stratega che permise la sorprendente vittoria di Donald Trump alla Casa Bianca.

Nella sua casa comune dovrebbero trovare posto tanto l’italiano Salvini quanto la francese Le Pen e l’ungherese Orbán e costituire così una sorta di maxigruppo in seno all’Europarlamento, in grado di ostacolare i piani delle Segreterie e delle lobby mondialiste, sempre più votate al relativismo sfrenato, come provano i 32 miliardi di dollari investiti dal 1984 dall’Open Society a favore delle varie sigle pro-migranti, pro-Lgbt, pro-choice, pro-eutanasia e via elencando.

Per la prima volta dopo tanti decenni, dunque, in occasione del prossimo voto europeo, lo scontro tra due diverse concezioni dell’Europa potrebbe fare davvero scintille.


Sostieni Corrispondenza romana

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.

Totale Donazione: €100.00