“Artista” esibizionista arrestata nella Grotta di Lourdes - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

“Artista” esibizionista arrestata nella Grotta di Lourdes

La Chiesa ha denunciato Deborah de Robertis, sedicente “artista” franco-lussemburghese, ma di fatto soltanto un’esibizionista, passata alle cronache per essersi spogliata venerdì scorso all’interno della Grotta delle Apparizioni di Lourdes, oltre tutto nel corso di una processione, ponendosi di fronte alla statua della Madonna con le mani congiunte come in preghiera ed un velo blu sul capo. Immediatamente i presenti hanno cercato di coprirla.

Le forze dell’ordine, subito allertate, l’hanno arrestata: verrà processata a maggio. Il suo gesto sacrilego ha, infatti, spinto i responsabili del Santuario di Nostra Signora a presentare una denuncia contro la donna, in quanto – come recita un comunicato diffuso – si è trattato di un «atto premeditato» di «disprezzo verso l’altrui sensibilità religiosa e la libertà di culto», maldestramente camuffato da “espressione artistica” e tale da scandalizzare «i fedeli presenti», tra cui molte erano le famiglie con bambini.

La 34enne non è nuova a queste azioni: di analoghe ne ha compiute al Louvre di Parigi ed al museo di Orsay, riuscendo però finora ad evitare la condanna: stavolta, tuttavia, ha commesso il solito reato all’interno di un edificio sacro e nel corso di una cerimonia, alla presenza di molti fedeli. Il che cambia decisamente le cose ed è probabile che, questa volta, per lei non sia così facile uscirne assolta.