Argentina: verso il totalitarismo gender nelle scuole - CR - Agenzia di informazione settimanale
Stampa la Notizia

Argentina: verso il totalitarismo gender nelle scuole

Si fa purtroppo strada in Argentina il progetto di legge, messo a punto per imporre in modo totalitario l’ideologia gender nelle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private: il testo è stato approvato dalla Commissione parlamentare Educazione e Famiglia (nella foto) e va ora a modificare la legge nazionale sull’educazione sessuale integrale.

Disconoscendo qualsiasi libertà di culto, i diritti delle famiglie, l’autonomia della Scuola, soprattutto di quella paritaria, lo Stato intende imporre contenuti in contrasto con la morale naturale, aggrappandosi alle normative vigenti sulle cosiddette “nozze” gay e sulla cosiddetta “identità di genere”. Il che significherebbe parlare agli alunni, sin dall’inizio, di «diversità delle famiglie», nonché di metodi contraccettivi.

Il ministero della Pubblica Istruzione intende farsi peraltro carico di monitorare sistematicamente il grado di applicazione delle proprie disposizioni: se tutto questo fosse convertito in legge, molti genitori presenterebbero in massa denuncia contro tale provvedimento, in evidente contrasto con la Costituzione, che all’art. 75 comma 22 assegna alle famiglie la scelta educativa per i loro figli, specialmente in materia di morale e di religione, con l’art. 30 della Dichiarazione americana dei Diritti e dei Doveri dell’uomo, con l’art. 26 della Dichiarazione universale dei Diritti umani, con l’art. 13 comma 3 del Patto internazionale dei Diritti economici, sociali e culturali, con l’art. 18 comma 4 del Patto internazionale dei Diritti civili e politici, con l’art. 12 comma 4 della Convenzione americana sui Diritti umani, con gli articoli 18 e 24f della Convenzione sui diritti del bambino.

Insomma, anche il totalitarismo di Stato deve fare i conti con la legge, visto che non vuole farli col buon senso.