Manifestazioni in Francia contro la legalizzazione dei “matrimoni” gay

Più di 200.000 francesi scesi in piazza sabato 17 novembre (70.000 nella sola capitale), e altri 16.000 solo a Parigi nel pomeriggio di domenica 18. Due manifestazioni, due anime diverse, ma uno stesso fine: impedire che il governo Hollande vari una legge che permetta il “matrimonio” tra persone dello stesso sesso e la conseguente adozione di bambini.

E’ bastato che il Consiglio dei Ministri approvasse la bozza di legge del guardasigilli Christian Taubira, che l’indignazione e la protesta si sono levati nel Paese.Il governo ha sottovalutato l’ostilità di una parte dell’opinione pubblica al suo progetto di legge”, riporta il quotidiano “Le Monde” e il premier, Jean-Marc Ayrault,  è costretto a fare marcia indietro e indire all’Assemblea Nazionale una tornata di consultazioni fra i parlamentari. Ma la retromarcia del governo non è bastata a tranquillizzare gran parte dell’opinione pubblica francese ed una grande manifestazione unitaria è stata annunciata per il 13 gennaio 2013, alla vigilia della discussione in aula.

Donazione Corrispondenza romana