LITURGIA: tre parroci della diocesi di Novara decidono di usare solo la liturgia tradizionale

Print Friendly, PDF & Email

Sembra strano, ma nella diocesi di Novara, si è avuto un fenomeno unico: tre parroci, partendo dal Motu Proprio di Benedetto XVI, hanno deciso di tornare alla celebrazione tradizionale preconciliare e non in una messa, appositamente richiesta, come prevede il Motu Proprio, ma in tutte le celebrazioni.





Sembra strano, ma nella diocesi di Novara, si è avuto un fenomeno unico: tre parroci, partendo dal Motu Proprio di Benedetto XVI, hanno deciso di tornare alla celebrazione tradizionale preconciliare e non in una messa, appositamente richiesta, come prevede il Motu Proprio, ma in tutte le celebrazioni. A Preglia, Santa Maria Maggiore, Garbagna e Nibbiola la messa è solo secondo l’antico rito che la prassi post conciliare aveva abolito.

Per chi pensasse che si tratta di una cosa normale, visto il Motu Proprio di Benedetto XVI, possiamo dire che così non è; la diocesi novarese ha un primato per quel che riguarda le diocesi italiane è l’unica in cui tre parroci (e tutti al di sotto dei 45 anni) hanno deciso di celebrare unicamente la messa secondo il rito tridentino.

Iscriviti a CR

Iscriviti per ricevere tutte le notizie

Ti invieremo la nostra newsletter settimanale completamente GRATUITA.