La riforma del conclave di Alessandro III

(di Lorenzo Benedetti) Rolando Bandinelli, di Siena, fu una delle figure più importanti dell’Italia del XII secolo. Colto ed energico, fu nominato cardinale nel 1150, divenne cancelliere pontificio e guidò diverse ambascerie presso i regni d’Europa.

Nel 1159 partecipò al Conclave che lo elesse Sommo Pontefice, ed i contrasti con il potere temporale si fecero subito sentire: non era stato ancora vestito degli attributi regali, che sei cardinali scismatici proclamarono un antipapa fedele al Barbarossa da contrapporgli, ed il Collegio dovette riparare nel basso Lazio. Consacrato col nome di Alessandro III, scomunicò l’avversario ma, non disponendo di forze militari, fu costretto a peregrinare fra Francia e Italia, il cui clero regolare e secolare gli prestò giuramento di fedeltà, riconoscendolo come legittimo Pontefice.

Intanto i Comuni italiani, in lotta con Federico I, vedevano in questo Papa forte e risoluto un baluardo intorno a cui stringersi per mantenere indipendenza e libertà: Alessandro III decise di appoggiarli contro colui che aveva osato sfidare il Vicario di Cristo. Nel 1167, i Comuni del Nord Italia si riunirono nella Lega Lombarda e fondarono una città in Piemonte per arginare le forze imperiali, che battezzarono Alessandria in suo onore.

Grazie al loro lungimirante alleato, le città padane sconfissero l’Imperatore nella Battaglia di Legnano, ed il vinto dovette riconoscere Alessandro come unico Pontefice e liberare il territorio della Chiesa dal pericolo di future invasioni.

Finalmente al sicuro nell’Urbe, il Papa poté convocare nel 1179 il Terzo Concilio Lateranense, in cui emanò, alla presenza di oltre trecento vescovi, il canone Licet de evitanda discordia: furono ritenute valide le norme decise da Niccolò II per l’elezione del pontefice, ma per evitare la situazione in cui egli stesso si era venuto a trovare al momento della sua nomina, stabilì che l’elezione sarebbe spettata a tutti i cardinali – non solo ai vescovi – a maggioranza dei due terzi. Questa ordinanza avrebbe impedito, ed impedisce tutt’oggi, che una minoranza possa pretendere la legittimità del proprio candidato. (Lorenzo Benedetti)

Donazione Corrispondenza romana
  • Intervista al prof. Roberto de Mattei sulla crisi della Chiesa
    Riportiamo la versione italiana di un’intervista della giornalista Maike Hichson al prof. Roberto de Mattei apparsa sul sito Onepeterfive dell’11 dicembre 2017 (https://onepeterfive.com/interview-roberto-de-mattei-discusses-the-escalating-church-crisis/). Intervista al prof. Roberto de Mattei sulla crisi della Chiesa was last modified: dicembre 13th, 2017 by … Continua a leggere
  • San Juan Diego e la Madonna di Guadalupe
    (di Cristina Siccardi) Se su Google si digita il termine Madonna al primo posto salta fuori «Madonna.com>Home», il sito ufficiale della trasgressiva diva pop statunitense Louise Veronica Ciccone, in arte Madonna; al secondo posto «Madonna (cantante) – Wikipedia» e al … Continua a leggere
  • Chi si opporrà alla riabilitazione di Teilhard de Chardin?
     (di Emmanuele Barbieri) L’iniziativa è ufficiale. Il 18 novembre l’Assemblea plenaria del Pontificio Consiglio della cultura ha approvato la richiesta a Papa Francesco di rimuovere il Monitum della Sacra Congregazione del Sant’Uffizio sulle opere di padre Pierre Teilhard de Chardin, … Continua a leggere
  • Vivere l’Avvento
    (di Cristina Siccardi) Ogni anno diventa sempre più frequente, nel mondo occidentale, un uso avviato nel XX secolo in Germania: il cosiddetto “Calendario dell’Avvento”. Il primo venne ideato dal tedesco Gerhard Lang, editore luterano originario di Maulbronn (Germania), nel 1908. … Continua a leggere
  • I cardinali Burke, Brandmüller e Müller e il “Papa dittatore”
    (di Roberto de Mattei) Nelle ultime settimane, sono apparse tre interviste di altrettanti eminenti cardinali. La prima è stata rilasciata il 28 ottobre 2017 dal cardinale Walter Brandmüller a Christian Geyer e Hannes Hintermeier del Frankfurter Allgmeine Zeitung; la seconda … Continua a leggere
  • Il catechismo non muta neanche se gay è lo scout Agesci
    (di Mauro Faverzani) Agesci è la sigla delle guide e degli scouts cattolici italiani. Ed i cattolici, si sa, considerano le relazioni omosessuali «come gravi depravazioni», «atti intrinsecamente disordinati», «contrari alla legge naturale», tali quindi da non poter essere «in … Continua a leggere
  • Amichevole critica alle tesi di Rocco Buttiglione
    (di Roberto de Mattei) Conosco Rocco Buttiglione da più di quarant’anni. Siamo stati entrambi assistenti del prof. Augusto Del Noce (1910-1989) pressola Facoltà di Scienze Politiche dell’Università La Sapienza di Roma, ma fin da allora le nostre posizioni divergevano, soprattutto … Continua a leggere
  • Su Rivista del Clero il Vescovo “stile don Milani”
    (di Mauro Faverzani) A mons. Erio Castellucci, arcivescovo di Modena-Nonantola, don Lorenzo Milani piace. E tanto. Al punto da dedicarvi un lungo saggio, apparso sul numero di settembre della Rivista del Clero Italiano, per spiegare il ministero episcopale alla luce … Continua a leggere
  • I francobolli vaticani di ieri e di oggi
    (di Cristina Siccardi) Sul portale della Cattedrale di Ognissanti di Wittenberg, Lutero affisse le sue 95 tesi contro la Chiesa di Roma, era il 31 ottobre del 1517: vigilia del giorno di tutti i Santi, quei Santi che egli rinnegò … Continua a leggere
  • La “svolta luterana” di papa Francesco
    (di Roberto de Mattei) Il 31 ottobre 2016 papa Bergoglio inaugurava l’anno di Lutero, incontrando i rappresentanti del luteranesimo mondiale nella cattedrale svedese di Lund. Da allora riunioni e celebrazioni “ecumeniche” si sono succedute ad abundantiam all’interno della Chiesa. La … Continua a leggere